fbpx

Protesi anatomiche, cosa sono? Tutto quello che c’è da sapere

Protesi anatomiche: si tratta di una delle soluzioni disponibili per le donne che vogliono avere un seno perfetto. La protesi anatomica, infatti, rientra nelle protesi disponibili sul mercato da impiantare per ottenere un seno sodo e sensuale.

Le protesi possono avere forme diverse, in base al risultato che si vuole ottenere e alla forma del seno prima dell’operazione. Le protesi anatomiche sono a goccia e sono tra le più richieste per due motivi.

Permettono di ottenere un effetto naturale e vengono impiantate al di sotto del capezzolo. Quando scegliere questo tipo di protesi e quali sono i pro e i contro?

Protesi anatomiche: cosa sono

Le protesi anatomiche sono delle sacche che si possono impiantare con un’operazione di chirurgia estetica. Hanno l’obiettivo di rendere il seno più bello e con maggior volume.

Le protesi non sono tutte uguali. In particolare, le protesi anatomiche hanno maggior volume nella parte in basso, come una goccia d’acqua che cade sulla superficie.

Il materiale interno è il gel di silicone. Anche la parte esterna è in silicone, con doppio strato per evitare la rottura.

Protesi anatomiche: prima e dopo

Prima dell’operazione, il seno si presenta abbastanza cadente, con una buona percentuale di grasso e un buon spessore della pelle. Il seno è già di per sé a forma di goccia, ma la persona cerca qualcosa con più volume, per sentirsi più bella e più piacente.

Al termine dell’operazione, il seno mantiene la sua forma a goccia, ma si ottengono due effetti immediati. Il seno aumenta di volume e si presenta visibilmente più sodo e con i capezzoli più in alto.

Le cicatrici legate all’operazione sono completamente invisibili dopo qualche tempo dall’intervento. Questo aspetto fa la differenza tra un chirurgo estetico esperto e una persona che è agli inizi.

Infatti, un medico specializzato utilizza lo spessore della pelle per ridurre al minimo le cicatrici, con strategie per renderle completamente invisibili.

Grazie allo studio preliminare del seno, si evita la complicazione di un secondo intervento e si ottiene un seno sodo e naturale.

È importante sapere che qualsiasi operazione estetica comporta delle cicatrici, ma che nessuna di queste ha un impatto estetico.

Le donne che si sottopongono a questa operazione possono indossare tranquillamente costumi da bagno e vestiti succinti, senza doversi preoccupare di eventuali cicatrici visibili.

I rischi sono ridotti al minimo, proprio perché si opera con tutti gli accorgimenti del caso. Il medico chirurgo è seguito da una rete di specialisti di supporto e l’intervento si esegue in modalità day hospital proprio per monitorare la situazione. 

In più, si eseguono controlli periodici e costanti dopo l’intervento, proprio per verificare l’aspetto del seno e l’andamento.

Il medico chirurgo può prescrivere dei farmaci, in quando medico specialista, in rarissimi casi e comunque sempre previa visita di controllo.

Protesi anatomiche: pro e contro

Le protesi di questo tipo hanno dei pro e dei contro. Il vantaggio principale è un naturale sostegno del seno subito dopo l’operazione. Il volume si concentra nella parte bassa del seno, che assume l’aspetto a goccia.

Come per qualsiasi impianto di protesi, si verificano prima le condizioni dei tessuti del seno. Lo spessore della pelle e la presenza di grasso giocano un ruolo determinante. Infatti, la protesi si aggancia ai tessuti del seno, per evitare che la protesi si muova o ruoti all’interno.

Per contro, le protesi anatomiche non si adattano a tutte. Infatti, c’è il bassissimo rischio che questo tipo di protesi cambi la forma del seno, quindi serva un secondo intervento per ottenere l’aspetto naturale che ogni donna cerca.

Per evitare questo rischio, la visita preliminare è fondamentale. Dove la paziente cerca un seno rotondo, sicuramente si propone un altro tipo di protesi.

Protesi anatomiche, come capire se sono quelle giuste

Le protesi anatomiche non sono una soluzione ottima per tutti i tipi di seno. A una prima visita preliminare, si capisce subito se è il caso di procedere con l’impianto di protesi di questo tipo o no.

Grazie al consulto in studio, potrai verificare i diversi tipi di protesi e potrai scegliere le protesi anatomiche se sono davvero la risposta più adatta al tuo caso.

Se la protesi non è adatta allo scopo, come medico chirurgo estetico mi assicurerò che tu sia consapevole dei rischi. Se la protesi anatomica, invece, è la soluzione più adatta al tuo caso, ti garantisco tutte le informazioni prima di procedere con l’operazione.

Lascia un commento

FISSA UN APPUNTAMENTO

LASCIA I TUOI DATI E SARAI RICONTATTATO IL PRIMA POSSIBILE

sei già iscritto alla newsletter? NON PERDERE I NUOVI ARTICOLI pubblicati sul BLOG!

Iscrivendoti alla newsletter, accetterai le condizioni indicate nella Privacy Policy del sito