Liposcultura / Liposuzione

DI COSA SI TRATTA?

La liposcultura è l’intervento che consente di rimodellare le forme e il profilo corporeo, con la rimozione del grasso in eccesso a carico di qualsiasi distretto corporeo. La metodica si basa sull’utilizzo di sottili cannule in cui il vuoto è ottenuto dalla pressione negativa, che permette di asportare in maniera delicata e omogenea il grasso in eccesso. La liposcutura o liposuzione non è, quindi, un intervento chirurgico volto a dimagrire e a ridurre il peso corporeo complessivo e sarebbe opportuno mantenere i risultati ottenuti con uno stile alimentare bilanciato.

La liposcultura è un’evoluzione della liposuzione, in quanto utilizza delle microcannule per “scolpire” aree molto selezionate del corpo.

L'INTERVENTO

FAQ

I pazienti ideali per l’intervento di liposcultura/ liposuzione sono pazienti normopeso, con peso stabile, che presentano depositi adiposi localizzati difficili da eliminare con la sola dieta e esercizio fisico. Tuttavia, se si segue un’alimentazione scorretta, gli adipociti residui accumulano grasso, deteriorando i benefici della liposuzione eseguita. Le aree trattate più frequentemente sono cosce, glutei, fianchi, petto, schiena, braccia superiori, collo e sottomento. È molto frequente l’abbinamento, in un unico intervento, della liposuzione ad esempio di cosce e gambe, oppure glutei e fianchi, ma è possibile realizzare anche la liposuzione di distretti non limitrofi, come braccia e cosce. Inoltre, una buona elasticità cutanea del paziente è fondamentale per ottimizzare il risultato. Le aree trattate con liposuzione in zone con scarsa elasticità cutanea potrebbero, infatti, richiedere ulteriori trattamenti chirurgici di resezione cutanea in eccesso per raggiungere il rimodellamento sperato.
Durante la visita specialistica, il chirurgo plastico aiuterà a eliminare dubbi e perplessità, spiegherà esattamente come avverrà l’operazione e quali siano tutte le opzioni e possibilità che vengono prospettate nel proprio caso. È sempre importante valutare la fattibilità dell’intervento e soprattutto le aspettative del paziente
L’intervento si svolge in anestesia generale o locale, in base all’estensione dell’area da trattare. La durata dell’intervento è variabile. Prima di procedere alla procedura di aspirazione, si inietta una soluzione nella zona del corpo da trattare. Il soluzione iniettata è costituita da una soluzione fisiologica, un farmaco anestetico locale e un farmaco che provoca vasocostrizione al fine di ridurre le perdite di sangue durante la procedura. Si procede dunque con l’incisione di piccoli tagli (lunghi pochi millimetri) e l’inserzione di una cannula a livello sottocutaneo. La dimensione della cannula varia a seconda dell’area trattata. Al fine di ottimizzare il risultato, si possono utilizzare dispositivi per la lipo assistita come il PAL Microaire. Si procede dunque con l’asportazione del grasso e di liquido attraverso un sistema di aspirazione. Terminata la procedura di aspirazione, si procede con la disinfezione, medicazione e posizionamento di bendaggi compressivi che riducano il gonfiore post-operatorio. Chiaramente contestualmente il tessuto adiposo aspirato può essere raccolto, lavorato e iniettato nuovamente, per correggere aree del corpo come glutei e mammelle al fine di creare un vero e proprio body contourting.
Normalmente la dimissione avviene in giornata. Al termine della liposuzione, è normale che si verifichi accumulo di liquidi nella zona operata e che la parte appaia gonfia e dolorante per alcuni giorni, per questo, soprattutto nelle lipo di grossi distretti, si consiglia di abbinare massaggi specifici delle aree, al fine di drenare le eventuali raccolte. Si indosserà immediatamente la guaina contenitiva consigliata dal medico durante la prima visita. La guaina andrà indossata giorno e notte per il primo mese e poi solo di giorno nel periodo successivo, secondo il parere del medico. Per i primi 6/7 giorni si farà vita tranquilla senza troppi sforzi, dopo di che si potrà riprendere la vita normale, evitando, però, la ginnastica per almeno un mese. Dopo 24 ore circa si procede alla medicazione della ferita, rimozione del bendaggio compressivo e applicazione di calze a compressione graduata, pancere o calzoncini contenitivi, a seconda del caso. Dopo la liposuzione alla gambe è consigliato cominciare a muoversi subito dopo l’intervento, per favorire la circolazione sanguigna e il riassorbimento dei liquidi. I movimenti sono limitati dai bendaggi, che vengono poi rimossi a favore di calze compressive. Nella prima fase post-operatoria sarà normale una sensazione di gonfiore, rigidità e dolore delle mammelle, fastidio ed astenia. A circa un mese dall’intervento verranno effettuate le fotografie postoperatorie di controllo; verranno poi programmati i controlli periodici per il follow-up.
Al fine di ridurre il dolore post-operatorio, verranno prescritti farmaci antiinfiammatori e antidolorifici. Al fine di ridurre il rischio di infezione, il paziente verrà sottoposto a terapia antibiotica.
Le cicatrici residue sono di pochi millimetri e sono quindi invisibili o poco rilevanti dal punto di vista estetico.
I pazienti operati di liposuzione normalmente esprimono un grado di soddisfazione molto elevato grazie al fatto che i risultati estetici del rimodellamento della zona trattata sono evidenti in assenza di esiti cicatriziali visibili o rilevanti. La buona riuscita dell’intervento chirurgico dipende da diversi fattori quali: condizione clinica di partenza del paziente, adeguata rimozione chirurgica del tessuto adiposo localizzato e osservanza del paziente delle indicazioni post-operatorie del medico. I risultati sono apprezzabili dopo 4 – 6 settimane. I risultati dell’intervento sono duraturi e, se accoppiati ad una corretta dieta e attività fisica, più evidenti nel tempo. Gli aspetti positivi che offre l’intervento sono sia psicologici che fisici: oltre alla ritrovata autostima, corregge difetti fisici e dà una nuova armonia a tutto il corpo.
Le complicanze dell’intervento sono rare ma possibili: ematomi e sanguinamento, infezioni, sieromi e cattiva cicatrizzazione. In alcuni casi, può verificarsi una temporanea alterazione della sensibilità cutanea. Può succedere che, a volte, la pelle appaia irregolare, raggrinzita o screpolata a causa di un’irregolare rimozione del grasso e della poca elasticità della cute. Queste imperfezioni possono anche essere permanenti.

RICHIEDI UNA CONSULENZA

INSIEME TROVEREMO LA MIGLIORE SOLUZIONE PER I TUOI INESTETISMI

FISSA UN APPUNTAMENTO

LASCIA I TUOI DATI E SARAI RICONTATTATO IL PRIMA POSSIBILE

Hai qualche domanda?