fbpx
Prenota la tua consulenza ! Ti aspetto
Condividi su FacebookCondividi su InstagramScrivimi su WhatsApp
Dr. Luca Piombino
Fissa un appuntamento
Fissa un appuntamento
Chirurgia palpebre cadenti: come funziona l’intervento

11 Novembre 2021

Chirurgia palpebre cadenti: come funziona l’intervento

L’intervento di chirurgia per le palpebre cadenti è un’operazione di chirurgia estetica che si applica a uomini e donne. Il suo nome scientifico è blefaroplastica e ha il compito di eliminare i difetti estetici nella zona del contorno occhi. 

L’operazione non fa altro che eliminare lo strato di grasso che si può accumulare nella parte inferiore o superiore delle palpebre (oppure in entrambe).

In alcuni casi, l’intervento non ha solo una finalità estetica. Infatti, ci sono persone che, proprio per il peso delle palpebre, hanno una visibilità ridotta e una qualità della vita peggiore. L’intervento riporta quindi la capacità di vedere bene e di tornare a una qualità della vita migliore.

Le tecniche per la chirurgia delle palpebre cadenti sono diverse a disposizione del chirurgo estetico. Il professionista ha il compito di scegliere la migliore per la persona, visto che non si tratta di un intervento a rischio zero. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Intervento per palpebre cadenti: fa male?

L’intervento non comporta dolore e non fa male. Non ha controindicazioni assolute, cioè per tutti i casi, ma serve una visita preliminare dal chirurgo estetico per evitare potenziali rischi e ridurre eventuali complicazioni nel decorso post-operatorio. 

In generale, se la stessa persona ha fatto il botulino di recente, non c’è cute in eccesso o non c’è materialmente grasso da eliminare nella zona oculare, l’intervento viene sconsigliato direttamente dal medico specialista.

Ci sono delle alternative alle Palpebre cadenti chirurgia o intervento per le palpebre cadenti. Chi non può fare la blefaroplastica, può richiedere la plasmachirurgia o la blefaroplastica non chirurgica. Questa tecnica utilizza il laser e interviene come tecnica non invasiva. Si compone in diverse sedute e la persona ha un decorso post-operatorio più gestibile.

Palpebre cadenti chirurgia: come prepararsi all’intervento

Senza una visita preliminare volta ad accertare le condizioni iniziali delle palpebre, non si può preparare l’intervento, quindi non si può procedere. Come medico specialista, mi accorgo che serve una blefaroplastica quando:

  • c’è del grasso nell’arcata superiore della palpebra, in quella inferiore (borse sotto gli occhi) o in entrambe;
  • c’è della pelle in eccesso sulla palpebra;
  • ci sono dei rigonfiamenti nella zona del contorno occhi.

In più, richiedo al paziente una documentazione valida per fare un’anamnesi clinica. Quindi, chiederò quali medicinali prende la paziente o se ci sono delle particolari patologie. 

Per le pazienti, si chiede di arrivare allo studio senza make up, per capire la reale situazione delle palpebre e procedere nella maniera migliore. In caso di farmaci anticoagulanti, questi devono essere sostituiti nel periodo dell’operazione.

Dopo l’intervento, la persona deve restare in ospedale per circa una settimana, necessaria per suturare le ferite dell’operazione. In questa fase di primo decorso post-operatorio, possono esserci gonfiori nella zona interessata o sanguinamento. Non c’è da preoccuparsi, perché si segue una terapia adeguata e tutto si risolve nel giro di pochissimi giorni.

La persona può tornare poi a casa e potrà fare delle visite di controllo dal medico specialista. Per l’ intervento alle palpebre cadenti, fino a 30 giorni dopo l’operazione, il medico può prescrivere una crema per eliminare il gonfiore e favorire la cicatrizzazione. Il risultato è straordinario. Le palpebre sono più giovani, senza accumuli di grasso, per uno sguardo più intenso e armonioso.

Chirurgia palpebre cadenti: i costi

Il costo per la chirurgia delle palpebre cadenti dipende da diversi fattori. Infatti, è importante capire se serve l’anestesista o no, senza contare i tempi di degenza assolutamente necessari. 

In generale, l’intervento ha un costo variabile tra i 700 e i 1000 euro a palpebra, senza contare le visite di controllo per verificare il decorso post-operatorio.

È importante capire che l’intervento riguarda la propria salute e che non si può prescindere dagli standard imposti anche dalla normativa vigente per operare al meglio e ridurre al minimo i tempi di guarigione.

La pianificazione dell’intervento e ogni aspetto dello stesso non vanno assolutamente lasciati al caso. Per questo, seguo le mie pazienti dalla prima visita per verificare le condizioni delle palpebre fino al termine del decorso post-operatorio.

Oltre a fornire tutte le informazioni relative all’intervento, valuteremo insieme quali sono le modalità e le tecniche migliori per la tua persona.

Per avere maggiori informazioni sull’intervento alle palpebre cadenti e i suoi costi contattami su Whatsapp per una consulenza in uno dei miei studi, presenti anche a Caserta e Den Haag (NL).

SE L’ARTICOLO TI È PIACIUTO,
CONDIVIDILO SUI SOCIAL
Richiedi una Consulenza

Articoli recenti
Dr. Luca Piombino
© 2022 - Dr Luca Piombino - Plastic & Aesthetic Surgery STP S.r.l. - Via Germanico 79 - 00192 Roma - P.IVA: 16739921001 - R.E.A. : RM1672829 - All Rights Reserved
menu
× Hai qualche domanda?
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram