fbpx

FACE CONTOURING: RINGIOVANIRE IL VISO SENZA BISTURI

Un ovale perfetto, senza segni del tempo, con volumi ben definiti e soprattutto senza l’uso del bisturi è la richiesta che mi viene fatta sempre più spesso dai pazienti in visita.
E
face contouring è la mia risposta!

Che cos’è il face contouring?

ll face contouring è un rimodellamento del viso attraverso trattamenti mini invasivi che grazie all’utilizzo di filler sono in grado di ridefinire i contorni del volto e scolpire in modo mirato alcune sue aree, come gli zigomi, la fronte o la jawline, allo scopo di ringiovanirlo in modo globale.
E’ un trattamento ottimo sia per uomini che per donne.

Il face contorung, detto anche liquid facelift, permette di armonizzare in modo non chirurgico le zone del viso più colpite dall’invecchiamento attraverso la combinazione di tecniche non invasive come l’acido ialuronico o idrossiapatite di calcio, la tossina botulinica, la biostimolazione e i peeling, per ripristinare il tono e il volume dell’ovale.

In questo approccio globale al ringiovanimento vengono utilizzati soprattutto filler avanzati di nuova generazione, in grado di interagire con i tessuti e attivare una loro stimolazione profonda tramite la produzione di fibre elastiche e collagene, per un effetto a lunga durata.
Non solo filler statici, quindi, ma filler in grado di ringiovanire il viso dall’interno. Si tratta di filler altamente sicuri e riassorbibili, che se utilizzati da mani esperte non provocano alcun danno.

Le zone interessate dal face contouring

Le zone che possono essere trattate sono gli zigomi, il mento e la fronte oltre al tono della pelle in generale grazie a biostimolanti di diversa natura. Con il passare del tempo, la pelle tende a perdere volume ed elasticità, condizione che determina la formazione di rughe fini o solchi profondi nel volto.
Invecchiando, inoltre, gli zigomi, elemento fondamentale per l’armonia del viso, tendono a svuotarsi conferendo al viso un aspetto stanco e vecchio mentre la linea mandibolare, basilare per bilanciare la proiezione del naso e donare armonia al volto, è portata a perdere definizione.

Grazie alla procedura di liquid facelift è possibile ovviare a questi inestetismi, rimodellando i volumi e ridonando turgore alla pelle, per un ringiovanimento complessivo e globale.

Prima di eseguire questo trattamento è importante sottoporsi a una visita accurata affinché il chirurgo plastico possa analizzare vari aspetti quali il rilassamento dei muscoli del volto, il tono della pelle, la profondità delle rughe e la definizione del contorno del viso. Solo attraverso questa valutazione è possibile capire se ci sia indicazione al trattamento e quali procedure combinare fra loro.

Il trattamento di face contouring in ambulatorio

Nonostante spesso basti una sola sessione per ottenere un ottimo risultato, il face contouring permette anche un restyling progressivo attraverso la ripetizione graduale della procedura in più sedute, fino al raggiungimento dell’effetto desiderato.

Trattandosi di filler e di procedure non chirurgiche, è un trattamento ambulatoriale dalla durata di circa 30 minuti. I filler vengono somministrati attraverso delle microcannule smusse, che permettono di iniettare l’acido ialuronico o l’idrossiapatite di calcio senza traumi e nella corretta posizione. I trattamenti ad essi abbinati –botox o peeling- avvengono attraverso la loro normale procedura di somministrazione.

Il risultato del trattamento è immediato anche se per godere dell’effetto finale è necessario aspettare qualche giorno, in modo che passino i rossori dati dal piccolo trauma delle microlesioni.
In ogni caso è possibile riprendere le normali attività immediatamente dopo il
liquid facelift.

Face contouring: non tutti i prodotti sono uguali

Spesso mi viene chiesto il perché delle enormi differenze di prezzo praticate su questi trattamenti.
La ragione è molto semplice: nel mercato esistono numerosi
filler, di svariata natura, qualità e sicurezza e, di conseguenza, di diverso costo.
Per evitare spiacevoli sorprese o complicanze, è fondamentale selezionare sempre i prodotti migliori e di maggiore qualità, oltre che affidarsi a un professionista esperto e qualificato, in un mondo ormai popolato, purtroppo, da sempre più medici improvvisati.

Face contouring: quanto dura il trattamento?

La durata dei filler è soggettiva e dipende molto dallo stile di vita del paziente, ad esempio se è un fumatore, e dal tempo che impiega l’organismo a riassorbire i filler. Di media, i prodotti di nuova generazione durano dai 6 ai 12 mesi.

Alcuni dei vantaggi di questo trattamento, oltre alla non invasività, sono il suo costo, che risulta molto inferiore a quello di un trattamento chirurgico come il lifting, e l’assenza delle controindicazioni che un intervento chirurgico può avere.

Per avere maggiori informazioni sul liquid facelift e i suoi costi contattami per una consulenza in uno dei miei studi di Roma, Milano, Caserta o Den Haag (NL).

Guarda la gallery sul face contouring prima e dopo.

“QUANTO COSTA?” PERCHE’ E’ UN APPROCCIO SBAGLIATO ALLA CHIRURGIA PLASTICA

Luca Piombino chirurgia plastica e medicina estetica

Alcune delle domande che mi vengono fatte sempre più spesso, soprattutto sui miei canali
social, sono “quanto costa?”, “prezzo?” o “importo operazione?”, spesso senza aver
nemmeno letto il messaggio che intendevo comunicare o senza presentarsi e salutare!

Nonostante io capisca l’esigenza di conoscere il costo di un intervento, per valutare se può
rientrare nelle spese che una persona è in grado di sostenere, sono assolutamente
contrario a questo approccio alla chirurgia plastica, al ridurre una disciplina complessa a
un mero listino prezzi.

La chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica è una materia seria, non un articolo in saldo,
che comporta anni di studi, di specializzazioni e di perfezionamento. Il Chirurgo Plastico è
un medico che, dopo aver conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia, svolge un percorso
di formazione specialistica di ulteriori 5 anni in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica.
Il titolo di Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica richiede almeno 7200
ore circa di formazione e la partecipazione a migliaia di interventi chirurgici.

La prima domanda che dovrebbe farsi chiunque interessato a sottoporsi ad un intervento
dovrebbe essere se il chirurgo plastico, estetico e ricostruttivo a cui si sta affidando è
sufficientemente preparato e competente, non quanto costi l’intervento. La scelta dovrebbe
essere dettata dall’affidabilità ed esperienza del chirurgo, di certo non dalla rincorsa al
prezzo al ribasso.

Il costo di ogni intervento non è dato solo dall’esperienza del medico ma anche dalla
clinica in cui opera e dalla sua equipe.
Un intervento che richiede un numero maggiore di ore in sala operatoria o il ricovero di
una notte avrà un costo più importante rispetto a un intervento che può essere eseguito in
day hospital. Una equipe preparata è propedeutica alla buona riuscita di un’operazione chirurgica
(penso al ruolo dell’anestesista, che si occupa del controllo del dolore e della cura del
paziente prima, durante e dopo l’intervento, così come all’importanza
dell’assistente in sala o del ferrista).

Un’altra parte dei costi è data dall’attrezzatura utilizzata, che deve essere sempre
aggiornata e all’avanguardia. Un esempio semplice possono essere le protesi che si
inseriscono durante una mastoplastica additiva. In commercio esistono protesi di ogni
range di prezzo e di ogni livello qualitativo. Chiaramente la loro scelta incide sul prezzo
finale di una mastoplastica così come la loro qualità incide sul risultato finale
dell’intervento: migliori sono le protesi, più naturale e bello sarà il seno.

Oltre a questi aspetti più tecnici, al fine di realizzare una stima di costi realistica, va
valutata la situazione di partenza di ogni paziente. Per poter ponderare un intervento
chirurgico, qualunque esso sia, è necessario sottoporsi a una visita accurata, in modo che
il chirurgo plastico possa esaminare la base di partenza del paziente, la sua fisionomia e
corporatura, determinare se ci siano complessità o problematiche, e progettare così
l’intervento più adatto alla luce anche delle esigenze e delle richieste del paziente.

Spesso, grazie ad una visita, potrebbe emergere che la paziente non ha affatto bisogno di
sottoporsi all’intervento che pensa o che la procedura più adatta al suo caso sia tutt’altra.

Solo in questo modo la chirurgia plastica non si riduce a un semplice “aprire e chiudere”
ma diventa una vera e propria progettazione studiata in ogni minimo dettaglio sul corpo e
sulle richieste del paziente, al fine di scegliere la tecnica più indicata o, eventualmente,
combinarne diverse insieme.

E’ per questo che consiglio di diffidare da prezzi non realistici o da super offerte in ambito
chirurgico. Dietro prezzi troppo bassi possono nascondersi condizioni sanitarie precarie
durante l’esecuzione dell’intervento, l’assenza di attrezzatura adatta o di adeguata
preparazione da parte del medico, condizioni che possono compromettere il risultato
dell’intervento e mettere a rischio la salute del paziente.

E’ indispensabile scegliere un chirurgo plastico, ricostruttivo ed estetico abile e preparato,
con esperienza e una casistica di interventi sufficiente a poter garantire risultati validi e
duraturi nel tempo. Un intervento eseguito male potrebbe essere molto difficile da
correggere in seguito, per questo è necessario affidarsi a mani esperte.

Per avere maggiori informazioni contattami per una consulenza in uno dei miei studi,
presenti anche a Caserta e Den Haag (NL).

FISSA UN APPUNTAMENTO

LASCIA I TUOI DATI E SARAI RICONTATTATO IL PRIMA POSSIBILE

sei già iscritto alla newsletter? NON PERDERE I NUOVI ARTICOLI pubblicati sul BLOG!

Iscrivendoti alla newsletter, accetterai le condizioni indicate nella Privacy Policy del sito